Private Conversation | Basilicata Land of Art

 

 

Private Conversation | Basilicata terra d'arte

 

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nel 2016 prosegue le sue attività con il progetto Private Conversation | Basilicata Land of Art, nell'ambito del progetto regionale Nuovi Fermenti, nato dal percorso di Visioni Urbane, un importante investimento della Regione Basilicata, che consente a giovani di talento di esprimere la propria creatività sul territorio, coinvolgendo le comunità.

Paul Klee diceva “L'arte non riproduce ciò che è visibile. Rende visibile.”.
E' proprio in quest'ottica che il LAP, attraverso l'Arte Pubblica, mira a rendere visibile il patrimonio etnoantropologico della regione Basilicata, in particolare, con Private Conversation | Basilicata Land of Art, quello dei 5 Comuni coinvolti: Picerno, Tito, Satriano di Lucania, Pignola e Potenza.

Nel Giugno 2016 si sono stretti i parternariati con le 5 associazioni territoriali: Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione, Potenza; Associazione Petra, Satriano di Lucania; Associazione Titesemente, Tito; Associazione "Laboratorio teatrale '95", Picerno; Associazione Il Portale, Pignola. Tra giugno e luglio alle video interviste già realizzato a Potenza nel Liceo Artistico, si sono aggiunti le video interviste realizzate nelle altre 4 comunità coinvolte, Tito, Picerno, Satriano di Lucania, Pignola, all’interno dei Laboratori Urbani.
Il 25 luglio 2016 presso la Sala degli Specchi, Teatro “Stabile”, Piazza Mario Pagano, Potenza, si è tenuta la conferenza stampa del progetto, hanno partecipato: Elisa Laraia, Direttore del progetto LAP, Domenico D'Andrea, Presidente APS LAP, Roberto Falotico, Assessore alla Cultura del Comune di Potenza, Fabio Laurino Assessore alla Cultura del Comune di Tito, Carmela Marino Assessore alla Cultura del Comune di Picerno, Antonietta Bruno referente del progetto per il Liceo Artistico Musicale di Potenza, Rappresentanti delle associazioni coinvolte.
Le video interviste con gli studenti del Liceo Artistico hanno ricostruito percorsi e protagonisti dell'arte del Novecento lucano, oltre Giuseppe Antonello Leone e Maria Padula, cui tanto essa deve. A Satriano di Lucania, con il supporto del Consigliere Comunale Rocco Positino, e il partenariato dell'Associazione Petra, Presidente Antonella Iallorenzi, si è colta l'occasione per sottolineare negli Urban Lab la consapevolezza diffusa della rilevante presenza nello scenario pittorico del XVII secolo di Giovanni de Gregorio, detto il Pietrafesa; a Pignola, con il sostegno con il Comune di Pignola, Assessore alla cultura Cristiano Lauria, e il partenariato dell'Associazione Il Portale, Presidente Nicola Sabatella, l'Urban Lab ha raccolto la memoria e la sentita partecipazione popolare alla tradizionale Corsa degli Asini, in onore di Sant'Antonio Abate. A Picerno con l'Associazione "Laboratorio teatrale '95", Presidente Paolo Curcio, e con il Comune di Picerno, Sindaco Giovanni Lettieri, Assessore alla cultura Carmela Marino, si è scelto il tema dell'adesione della comunità alla Repubblica Napoletana del 1799; a Tito, con l'Associazione Titesemente, Presidente Giuseppe Meola, con la supervisione di Amnesiac Arts, Presidente Massimo Lovisco, e con il Comune di Tito, Assessore alla Cultura Fabio Laurino, è stata posta al centro del racconto la sentita tradizione delle feste patronali.
Le video interviste sono state editate e sintetizzate in un documento complessivo della durata di 24 minuti. Le video interviste precedute dal video contro la violenza sulle Donne sono state presentate nel Tour Nuovi Fermenti | LAP 2016 Private Conversation | Basilicata Land of Art: 12 agosto Satriano di Lucania, 13 agosto Pignola, 27 agosto Picerno, 1 settembre Potenza, 3 settembre Tito. Gli urban screen hanno illuminato le architetture di Beni culturali locali portandoli nuovamente all’attenzione delle comunità. Le voci della comunità si sono propagate nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, diventano fruibili dall’intera comunità nell’ottica di favorire le relazioni all’interno della comunità stessa, evidenziandone la storia, le esigenze, nell’ottica di promuovere una visione condivisa della realtà e un nuovo modo di “fare comunità”. L’Urban Screen, con un forte impatto emotivo, ha avuto l’obiettivo e le potenzialità di trasferire le esperienze da un paese all’altro, evidenziando similitudini e differenze e favorendo lo scambio di tradizioni e di conoscenze.

clicca sull'immagine per vedere Nuovi Fermenti | LAP Tour 2016 video spot

 

I Partner

 

 

Rete Regionale

 

FaceBook  Twitter