LAP | Tour 2016 | uno Spettacolo di Emozioni

 

Comunicato Stampa


LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica

Conferenza stampa di presentazione del progetto Private Conversation
| Basilicata Land of Art - Progetto Regionale Nuovi Fermenti
Sala degli Specchi, Teatro “Stabile”, Piazza Mario Pagano, Potenza, 25
luglio 2016 ore 17.00

con
 Elisa Laraia, Direttore del progetto LAP


Domenico D'Andrea, Presidente APS LAP


Roberto Falotico, Assessore alla cultura del Comune di Potenza

E' prevista la partecipazione
dei rappresentanti delle Associazioni coinvolte nel progetto: Telefono
Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione, Potenza;
Associazione Petra, Satriano di Lucania; Associazione Titesemente e
 Amnesiac Arts, Tito; Associazione "Laboratorio teatrale '95", Picerno;
 Associazione Il Portale, Pignola;
 dei rappresentanti dei Comuni di Satriano di Lucania, Tito, Picerno e 
Pignola; del Responsabile del progetto regionale Nuovi Fermenti.

 

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nel 2016 prosegue le sue attività con il progetto Private Conversation | Basilicata Land of Art, nell'ambito del progetto regionale Nuovi Fermenti, nato dal percorso di Visioni Urbane, un importante investimento della Regione Basilicata, che consente a giovani di talento di esprimere la propria creatività sul territorio, coinvolgendo le comunità.
Paul Klee diceva “L'arte non riproduce ciò che è visibile. Rende visibile.”.
E' proprio in quest'ottica che il LAP, attraverso l'Arte Pubblica, mira a rendere visibile il patrimonio etnoantropologico della regione Basilicata, in particolare, con Private Conversation | Basilicata Land of Art, quello dei 5 Comuni coinvolti: Picerno, Tito, Satriano di Lucania, Pignola e Potenza. 
L'APS LAP, Presidente Domenico D'Andrea, associazione nata con il progetto Nuovi Fermenti, in ogni comunità coinvolta si è avvalsa di associazioni guida e del supporto di rappresentanti delle Istituzioni locali: Art Factory Basilicata, Presidente Elisa Laraia, e Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione, Presidente Cinzia Marroccoli, con il Comune di Potenza, Assessore alla Cultura,
 Roberto Falotico; Associazione Petra, Presidente Antonella Iallorenzi, con il Comune di Satriano di Lucania, Consigliere Comunale Rocco Positino; Associazione Titesemente, Presidente Giuseppe Meola, con la supervisione di Amnesiac Arts, Presidente Massimo Lovisco, con il Comune di Tito, Assessore alla Cultura Fabio Laurino; Associazione "Laboratorio teatrale '95", Presidente Paolo Curcio, con il Comune di Picerno, Sindaco Giovanni Lettieri; Associazione Il Portale,
Presidente Nicola Sabatella, con il Comune di Pignola, Assessore alla cultura Cristiano Lauria.

Il progetto Private Conversation | Basilicata Land of Art lavora sul coinvolgimento delle comunità della Basilicata per la creazione di un racconto corale delle tradizioni, dei segreti, dei bisogni della nostra Regione. I cittadini lucani sono i primi protagonisti di un'azione artistica collettiva atta a produrre materiale di documentazione audiovisivo relativo alla situazione etnoantropologica della Basilicata. Attraverso
Laboratori Urbani, che coinvolgono di volta in volta le realtà operanti sul territorio, dalle Amministrazioni alle Associazioni, alle scuole, all’intera comunità, si lavora nella dimensione attiva di coinvolgimento di un target di fruitori attori, uomini e donne, giovani e anziani, dai 7 ai 90 anni ed oltre, con una forte attenzione ai soggetti svantaggiati, i disabili, le donne che hanno subito violenza. L’azione artistica supportata dall’uso della tecnica dell’Urban Screen lavora sul concetto del trasferimento 
del vissuto privato nel pubblico. Al termine dei Laboratori Urbani, dopo una fase di video editing, le video interviste vengono proiettate su architetture storiche. I volti dei giovani, degli anziani illuminano le architetture urbane, ridando vita, attraverso i loro racconti. a luoghi, spesso abbandonati, che conservano in sé una valenza storica
per la comunità, rievocandone la vita passata. Le voci della comunità si propagano nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, diventano fruibili dall’intera comunità nell’ottica di favorire le relazioni all’interno della comunità stessa, evidenziandone la storia, le esigenze, nell’ottica di promuovere una visione condivisa della realtà e un nuovo modo di “fare comunità”. L’Urban Screen, con un forte impatto emotivo, ha l’obiettivo e le potenzialità di trasferire le esperienze da un paese all’altro, evidenziando similitudini e differenze e favorendo lo scambio di tradizioni e di conoscenze.
Gli eventi di Urban Screen hanno inizio con un video contro la violenza sulle donne che preannuncia una serie di appuntamenti sul tema che da settembre a dicembre si avvicenderanno nei 5 comuni coinvolti, verrà poi proiettato un video d'arte, sintesi delle video interviste, opera dell’artista lucana Elisa Laraia che, come direttore del progetto, ne definisce le linee guida.

Tour 2016 Private Conversation | Basilicata Land of Art


12 agosto Satriano di Lucania | Urban LAB | Urban Screen


14 agosto Pignola | Urban LAB | Urban Screen


27 agosto Picerno | Urban LAB | Urban Screen


1 settembre Potenza | Urban LAB | Urban Screen


3 settembre Tito | Urban LAB | Urban Screen

 

Basilicata Stories

 

click on image to watch Basilicata Stories Video Spot

Basilicata stories è il cinespettacolo itinerante che racconta la storia della Basilicata. Una narrazione del territorio costruita attraverso i saperi dei cittadini. Basilicata stories è un momento emozionante da vivere in un teatro immersivo che coinvolge le architetture del territorio, Basilicata stories vuole narrare e portare al di fuori dei confini regionali la storia della Basilicata narrando di personaggi e di avvenimenti.  Basilicata stories è il modo attraverso l’arte pubblica di conoscere la storia della Basilicata ascoltando le voci della contemporaneità.

Basilicata stories nasce dall’esperienza portata avanti con il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica di coinvolgimento del pubblico attraverso laboratori urbani e urban screen, videoproiezioni sui palazzi storici nei paesi della Basilicata, e a seguito dalla co-produzione con Arci del cinespettacolo sulla Battaglia di Lauria del 1806. Basilicata Stories  vuole portare nei 131 comuni ed oltre il nostro territorio, la regione Basilicata, con focus  sulle tematiche della contemporaneità come l’Immigrazione e la violenza contro le donne e sulla storia partendo da personaggi di rilievo, come Gesualdo da Venosa, Isabella Morra, Quinto Orazio Flacco, e su eventi come il 1799, partendo da una produzione condivisa con Associazioni teatrali del territorio, per la diffusione della storia attraverso i talenti della Basilicata. Il progetto comprende, nella stagione estiva del 2016, la produzione e realizzazione di cinespettacoli tematici, richiesti dai territori, e la realizzazione dello spettacolo storico “1799 story”. La realizzazione di ogni cinespettacolo sarà preceduta da un focus con i cittadini dei paesi coinvolti sulle tradizioni e sulla storia, in relazione ai focus, al fine di dare riscontro alla necessità di racconto delle comunità,  riscontrata già nei precedenti laboratori urbani del LAP, dialogando con gli abitanti delle comunità che li attraversano, per catturare la memoria, al fine di creare uno storytelling della storia della Basilicata in un'ottica antropologica, dal passato fino al contemporaneo. La raccolta delle testimonianze avrà come finalità quella di creare video, da proporre in urban screen, introduttivi allo spettacolo, mentre le piazze diventeranno grandi stanze immersive-multisensoriali all’aperto, le cui pareti saranno costituite da quelle dei meravigliosi palazzi storici dei borghi coinvolti, illuminati da urban screen tematici, come luoghi dell’esposizione del sapere lucano. Agli abitanti che lasceranno la loro testimonianza, e che saranno quindi protagonisti dei video, sarà data l'opportunità di partecipare dal vivo al cinespettacolo nel ruolo di pubblico consapevole, arricchendolo con le loro emozioni.

 

 

click on image to read a publication

 

 

 

LAP | Public Art Award | MA in Visual Anthropology and Public Art

 

 

click on image to read abaut the Master

LAP Tour 2015

 

 

 

 

 

I Vol(t)i della Basilicata

 

 

 

Il LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica Nella costruzione del Suo archivio etnoantropologico della Basilicata, racconta Il territorio una Seconda delle Esigenze citare in giudizio, l'opera "I VOL (t) i della Basilicata" Risponde all'esigenza del Balloon Festival di descrivere l'irripetibile esperienza del volo in Basilicata. L'opera Esplora le sensazioni reali e immaginifiche dei Cittadini della Basilicata, per Scoprire, Cosa significa per Loro volare. 
Dal 24 al 27 il personale lo del LAP Sarà Nelle strade della città per il video-intervistare Gli abitanti culturali sul tema del volo.
L ' opera "I vOL (t) i della Basilicata" Verra proiettata Nella sezione cultura Organizzata dall'Associazione CRESCO per il Balloon Festival dal 8 al 11 ottobre 2015.
http://www.materaballoonfestival.it/cresco/

 

LAP Tour 2015 Un Chiaro...racconto

 

 

 

 

“Un Chiaro…racconto”

 

Il tour del LAP 2015 apre con il progetto “Un Chiaro…racconto” che ancora una volta sarà promotore di un nuovo modo di fare arte, utile alle comunità, che coinvolgerà il Comune di Chiaromonte.

Due giorni dedicati alla narrazione delle storie di Chiaromonte, il 5 gli Urban Lab, Laboratori urbani coinvolgeranno la comunità sul tema della narrazione, il 6 l’evento di Urban Screen,  video proiezione sul palazzo Donadio di Piazza Garibaldi.

L’Urban Lab, il Laboratorio Urbano, è la metodologia di coinvolgimento delle comunità utilizzata dal LAP, dal 2004 ad oggi, per compiere il trasferimento dell’identità privata nel pubblico. Il Laboratorio Urbano dal titolo “Un Chiaro…racconto”, incentrato sul tema del racconto collettivo, coinvolge i cittadini di Chiaromonte, uomini e donne, giovani e anziani, dai 7 ai 90 anni ed oltre, attraverso video-interviste negli spazi urbani realizzate dallo staff del LAP con le sue telecamere e con Nicola Carlomagno che propone ai giovani di usare i loro smartphone per raccontarsi in un percorso che vede ritratto ognuno/a davanti alla propria casa; la storia personale e un oggetto d’affezione saranno gli elementi attraverso i quali giungere al racconto della memoria collettiva dalla voce degli anziani alla voce dei giovani.

L’ultimo step di questo Laboratorio urbano avrà come protagoniste le video-interviste, che dopo essere state editate daranno vita all’evento di Urban Screen, video proiezione su architetture urbane, in tal modo i cittadini diventano ancora una volta i protagonisti assoluti dell’evento: la loro identità, attraverso i loro volti, prenderà vita sulla facciata del Palazzo Donadio che ospiterà l'Urban Screen, mentre le loro voci si propagheranno nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, portando il loro messaggio relazionale.

 

On line il catalogo del LAP | Public Art Award 2009 | 2013

 

 

click on image to read the catalog

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica a Milano per la Finale del Premio Celeste

 

  

Jukuki |  Essere Hobo | poveri con stile

Continua il lavoro di commercializzazione territoriale Messo in campo dal LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica Che nel 2014, infatti, Oltre al giro in Basilicata, ha attivato un'interessante collaborazione con il Premio Celeste, all'interno del Quale Elisa Laraia, ideatrice e arte direttore del LAP, domani 15 novembre a Milano Nella Prestigiosa sede dell'Assab uno conferirà il premio un Jukiki, italiana artista, per il Progetto Be Hobo, poveri con stile. "Un Progetto Che Rende La crisi economica Un vero e proprio marchio, colomba La paura di un'imminente austerità parla per slogan pubblicitari. Una doppia provocazione quindi: da Una parte la critica del marketing di Che cerca di rendere Ogni cosa un prodotto, Dall'altra un invito ad Essere eleganti Anche nel vivere Come un senza tetto ".. L'opera di Jukuki Verra istallata a Una delle Postazioni permanenti del LAP nella Città di Potenza, un interessante spunto ironico Sulla Condizione giovanile per la Comunità potentina, un Progetto di arte pubblica in linea con le Finalità Sociali del LAP. Attraverso il Premio Celeste Il LAP ha, dunque, mantenuto nel 2014 la SUA Attività concorsuale ed ha Continuato ad esplorare Vai La ricerca artistica Presente sul panorama internazionale. Sedici artisti da tutto il mondo Hanno suscitato l'interesse del LAP: Anita Groener, Benno Je'NI, Birgit Maass, Chiara Smirne, Cristina Magni, Karmil Cardone, Lena Heubusch, Pamela Breda, Paolo Scarfone, Silvia Mariotti, Tojascichja Adler, Valentina Lapolla, Victoria Campillo, Yosuke Terada, Yulia Knish, artisti Che Meritano Sicuramente un approfondimento e il Che Saranno PORTATI in giro nel 2015 schermo urbano NEGLI in Basilicata. Quella dell'Assab Un Sarà L'occasione per presentare al Pubblico milanese Tutto il lavoro svolto dal LAP nel 2013 Raccolto Nelle 265 pagine del catalogo Tra teoria e immagini, un Contributo Importanti Dalla Basilicata al panorama Internazionale sull'Arte Pubblica.

LAP | Tour 2014 | Rionero in Vulture | 12 Settembre

 

LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award
Scopriamo la Basilicata | Porta la tua scuola nel 2019
12 settembre 2014 | ore 18:00 | Piazza Giustino Fortunato | Rionero in Vulture


Art Factory Basilicata conduce la classe II E della scuola media dell’Istituto Comprensivo M. Granata di Rionero in Vulture nella realizzazione del progetto “Scopriamo la Basilicata”, con il quale si è guadagnato la selezione al concorso, indetto dal Comitato Matera 2019, Porta la tua scuola nel 2019, progetto sponsorizzato dall'Azienda Di Leo.
Il progetto, fortemente voluto dalla Dirigente scolastica Prof.ssa Lucia Di Girolamo in sintonia con Rossella Brenna Presidente del Consiglio di Istituto è patrocinato dal Comune di Rionero in Vulture. Nello spirito della candidatura di Matera a Capitale della Cultura Europea 2019, che intende coinvolgere tutta la comunità regionale, Art Factoy Basilicata ha inserito il progetto nel tour del LAP 2014 che giunge cosi il 12 settembre alla sua decima tappa dopo aver attraversato la Regione, passando per Potenza, Castelgrande, Lauria, Rivello, Barile, Matera, Calciano. L’evento del 12 settembre è l’ultima tappa del percorso laboratoriale condotto da Art Factory Basilicata per realizzare l’opera che sarà parte della mostra, organizzata dal Comitato Promotore Fondazione CRESCO, "Racconta il buono di Matera" che si terrà il 19 settembre presso l’ex-ospedale di San Rocco in piazza San Giovanni Battista a Matera.


Saranno presenti
Lucia Di Girolamo Dirigente Scolastico Istituto M. Granata di Rionero in Vulture 
Rossella Brenna Presidente del Consiglio di Istituto M. Granata di Rionero in Vulture 
Antonio Placido Sindaco di Rionero in Vulture 
Rappresentanti dell’Amministrazione Comunale
Pasquina Bona Assessore alle Politiche finanziarie e tributarie di Matera
Rita Orlando Comitato Matera 2019
Elisa Laraia Direttore Artistico del LAP Public Art Award

Scopriamo la Basilicata | Porta la tua scuola nel 2019
12 settembre 2014 | ore 18:00 | Piazza Giustino Fortunato | Rionero in Vulture

Dalle ore 18:00 si svolgeranno i Laboratori Urbani | Matera candidata a Capitale Europea della Cultura 2019, video interviste per contribuire alla costruzione della coscienza collettiva della Candidatura di Matera. I Laboratori Urbani del LAP coinvolgeranno dalle 18:00 alle 21:00 in Piazza Giustino Fortunato gli abitanti del luogo, invitandoli a raccontare il loro legame con la Basilicata e le aspettative legate a Matera 2019. I Laboratori Urbani sono rivolti all’intera comunità di Rionero in Vulture, uomini e donne, giovani e anziani, dai 7 ai 90 anni ed oltre, con una forte attenzione ai soggetti svantaggiati. Alle 21:00 la facciata del Palazzo Giustino Fortunato si illuminerà con l’Urban Screen | Scopriamo la Basilicata | Video guida dell’Istituto Comprensivo M. Granata. La video guida racconta il percorso di viaggio creato dai 22 ragazzi della II E, coordinati dalla Docente Claudia Greco, con il supporto della Docente Lella Laurino. Il percorso di 127 Km parte da Rionero in Vulture per giungere a Matera attraversando bellezze e sapori della Basilicata, dalla Torre degli Embrici alla Bramea, dai Laghi di Monticchio agli Scavi archeologici di Atella, dalle storie legate a Federico II ai Sassi di Matera associati agli insediamenti rurali di Barile, con il raffronto tra la Madonna della Bruna e la Madonna del Carmelo, il racconto delle Via Crucis in Basilicata, per giungere a Matera alla Cripta del Peccato Originale in raffronto con il Duomo di Ripacandida.

LAP | Tour 2014 | Calciano | 5 Settembre

 

 

LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award

5 settembre 2014 | ore 19:30 | Piazza XVIII Agosto |  Calciano

Il LAP con L’Associazione onlus Santa Maria della Rocca di Calciano e il Parco Regionale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane il 5 settembre presenta la nona tappa del Tour 2014 a Calciano. La programmazione del 2014, come già nel 2013, ha coinvolto la Basilicata percorrendone il territorio dal mese di luglio a ottobre con tappe a Potenza, Castelgrande, Lauria, Rivello, Barile, Matera, Calciano, Rionero in Vulture, Calvello, Muro Lucano nell'ottica della realizzazione in Basilicata del primo Laboratorio Permanente di Arte Pubblica a scala regionale in Italia. Il 5 settembre in Piazza XVIII Agosto a Calciano alle ore 19:30 si svolgerà la Performance Collettiva“L’esposizione del Lenzuolo” di Maria Angela Capossela e Liviana Davì opera di arte pubblica che riflette contro la violenza sulle donne, per sovvertire le posizioni sociali e per trasformare il significato della macchia e rovesciare l’ antica tradizione di esporre il lenzuolo macchiato dopo la prima notte di nozze. La performance prevede il coinvolgimento di donne alle quali viene chiesto di portare con sé delle lenzuola, che verranno disposte in cerchio nella piazza e sulle quali le partecipanti lanceranno in sequenza con un gesto liberatorio il colore in tutte le variazioni cromatiche, escluso il rosso. Alle ore 21:00 la Piazza XVII Agosto si illuminerà con l’Urban Screendel Video “L’esposizione del lenzuolo” di Mariangela Capossela e Liviana Davì, vincitrici del Public Art Award 2013 e, a seguire, delle opere del Public Art Award 2013.

Il LAP patrocinato dal MiBACT, dalla Regione Basilicata. lavora sul coinvolgimento delle comunità della Basilicata per la creazione di uno storytelling, racconto corale delle tradizioni, dei segreti, dei bisogni della nostra Regione. I cittadini lucani, infatti, sono i primi protagonisti di un’azione artistica collettiva, intesa a raccogliere e produrre documentazione audiovisiva per la creazione dell’archivio etnoantropologico della Basilicata con particolare attenzione ai soggetti svantaggiati come testimonia la partnership con l’Associazione Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione.

LAP | Tour 2014 | Matera | 25 Agosto

 

LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award

25 Agosto 2014 | ore 19:30 | Piazza Pascoli | Matera 

Le Associazioni Art Factory Basilicata, Presidente Elisa Laraia, e Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione, Presidente Cinzia Marroccoli, con il Comitato Matera 2019, Diretto da Paolo Verri, presentano il progetto di Public Art “L’esposizione del lenzuolo” di Mariangela Capossela e Liviana Davì, opera vincitrice del LAP | Public Art Award 2013, sezione Urban Screen.

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica nasce per condividere gli obiettivi di conoscenza della nostra regione, rispondendo in tal modo alle richieste che vengono dal Territorio. La programmazione del 2014, che, come già nel 2013, ha coinvolto la Basilicata percorrendone il territorio nei mesi di luglio e agosto con tappe a Potenza, Castelgrande, Lauria, Rivello, Barile, si concluderà in ottobre passando ancora per Calciano, Rionero in Vulture, Calvello, Muro Lucano.

Sono ad oggi 11 i Comuni lucani (Potenza, Matera, Acerenza, Barile, Calciano, Calvello, Corleto Perticara, Forenza, Lauria, Muro Lucano, Rivello) entrati a far parte del progetto del LAP, nell'ottica della realizzazione in Basilicata del primo Laboratorio Permanente di Arte Pubblica a scala regionale in Italia.

La partnership con l’Associazione Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione, ormai consolidata dopo due anni di lavoro condiviso, consente di rafforzare il valore sociale del LAP attraverso la divulgazione del messaggio contro la violenza sulle Donne.

Il LAP lavora sul coinvolgimento delle comunità della Basilicata per la creazione di uno storytelling, racconto corale delle tradizioni, dei segreti, dei bisogni della nostra Regione. I cittadini lucani, infatti, sono i primi protagonisti di un’azione artistica collettiva, intesa a raccogliere e produrre documentazione audiovisiva per la creazione dell’archivio etnoantropologico della Basilicata. Attraverso i Laboratori Urbani, richiesti e sostenuti dalle realtà del territorio, dalle Amministrazioni alle Associazioni, alle scuole, all’intera comunità, si esalta la dimensione attiva del LAP, con il coinvolgimento di un target di fruitori, attori, uomini e donne, giovani e anziani, dai 7 ai 90 anni ed oltre, con una forte attenzione ai soggetti deboli, come le donne che hanno subito violenza e i disabili.

Il LAP è patrocinato dal MiBACT, dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, dalla Regione Basilicata.

Il programma del 24-25 Agosto a Matera nel rione Sassi

dalle 9:00 alle ore 18:00

Laboratori urbani

I Laboratori Urbani coinvolgeranno gli abitanti dei Sassi, declinando il progetto "L'esposizione del lenzuolo". A partire dalla consapevolezza storica della tradizione dell’esposizione del lenzuolo dopo la prima notte di nozze, sino adindagare il legame profondo degli abitanti con il territorio, i Laboratori Urbani produrranno video-interviste, che entreranno nella programmazione degli Urban Screen del LAP sul territorio della Basilicata.

Installazione Collettiva – Quartiere Malve (Sasso Caveoso)

L’istallazione prevede il coinvolgimento delle famiglie che abitano i Sassi nell'appendere alle loro finestre le lenzuola dipinte durante le precedenti azioni performative "L'esposizione del lenzuolo" in Basilicata, alle quali potranno aggiungersi le lenzuola dipinte il 25 a Matera a testimoniare un’opera che ha bisogno per compiersi nella consapevolezza della comunità.

25 Agosto h. 19:30

Performance Collettiva“L’esposizione del Lenzuolo”

La performance che prevede il coinvolgimento di donne alle quali viene chiesto di portare con sé delle lenzuola, che verranno disposte in cerchio nella piazza. Sulle lenzuola le partecipanti alla performance, ponendosi dall’interno del cerchio, lanceranno in sequenza con un gesto liberatorio del colore a tempera in tutte le variazioni cromatiche, escluso il rosso.

h. 21:00Urban Screen

Video proiezione su Palazzo Lanfranchi, sede della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata., del Video “L’esposizione del lenzuolo” di Mariangela Capossela e Liviana Davì, vincitrici del Public Art Award 2013 e, a seguire, delle opere del Public Art Award 2013, da Neil Craver, Oskar Verant, Gloria Oyarzabal, Matsuura Tomoya, Donato Faruolo, Vito Alfarano, Elisabetta Falanga, Antonello Novellino, Alejandra Marcela Caro, Marco Rossetti, Zhou Chau, Alberto Vernotico, Raffaele Fiorella, Life Art Studio (Roberto Lacava, Giusy Tolve), Maria Teresa Santangelo, Sergio Racanati, Yacob Bizuneh, Juan Carlos Zaldivar, Fernand Percival, Claudia Gambadoro, Alessandra Montanari, Donato Fusco, Emilia Rosaria Badalà, a Veturia Manni.

Il 24 – 25 agosto a Matera verrà anche divulgatoilprogetto Sublim Bother di Marco Rossetti, vincitore della sezione Urban Spaces del Public Art Award 2013, che distribuirà le cartoline prodotte per il LAP al fine di diffondere la curiosità del turista per l’intera Basilicata.

LAP | Tour 2014 | Lauria 25 luglio

 

Laboratorio Urbano | Raccontiamo La Storica Battaglia di Lauria del 1806

con Gennaro Cosentino dell' ISBBAM abbiamo incontrato tantissime persone nelle strade per arrivare sino alle loro case

LAP | Tour 2014 | Lauria 25 luglio

 

Laboratorio Urbano | Raccontiamo La Storica Battaglia di Lauria del 1806
con Gennaro Cosentino dell' ISBBAM abbiamo incontrato tantissime persone nelle strade per arrivare sino alle loro case

LAP | Tour 2014 | Potenza 11 luglio

 

 

9 Luglio 2014 | ore 12:00 | Sala Dell’Arco | Comune di Potenza

 Conferenza Stampa di presentazione del progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award

interverranno

Dario De Luca

Sindaco di Potenza

Elisa Laraia

Direttore Artistico LAP | Public Art Award

Presidente Associazione Art Factory Basilicata

Cinzia Marroccoli

Presidente Associazione Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione

Carmelo Perretta

Presidente Associazione Società intelligente

 

Durante la conferenza stampa verrà proiettato il Trailer dell’opera vincitrice del LAP | Public Art Award 2013 “l'esposizione del lenzuolo” di Mariangela Capossela e Liviana Davì.

 

“Lavoriamo in Basilicata per realizzare il progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica che ha l’obiettivo di creare sul territorio dell’intera Regione Basilicata il primo e più grande Laboratorio permanente di Arte Pubblica a scala regionale in Italia. L'Arte Pubblica si costruisce negli spazi urbani con le Comunità per le Comunità.”

 

Elisa Laraia Direttore Artistico del LAP Public Art Award

 

L’Associazione Art Factory Basilicata in partnership con l’ Associazione Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione presenta i risultati dell’attività 2013 e della programmazione delle attività 2014 del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica.

 

Il LAP nasce per condividere gli obiettivi di conoscenza della nostra regione, rispondendo alle richieste che vengono dal Territorio. E’ per questo motivo che quest’anno nell’arco della sua programmazione nei Comuni di Potenza, Rionero in Vulture, Lauria, Muro Lucano, Matera, Calvello, Barile declinerà tre storie. Nel Comune di Rionero in Vulture il LAP narrerà il Progetto “Scopriamo la Basilicata” candidato al premio Porta la tua scuola nel 2019 dall’ Istituto Granata con il patrocinio del Comune; nel Comune di Lauria narrerà la Storica Battaglia di Lauria del 1806 realizzato per ISSBAM; a Potenza, Muro Lucano, Matera, Calvello e Barile verrà sviluppato il progetto “l’esposizione del lenzuolo” di Mariangela Capossela e Liviana Davì opera vincitrice del LAP | Public Art Award 2013.

 

La partnership con l’Associazione Telefono Donna ONLUS Casa delle Donne Ester Scardaccione ormai consolidata per un lavoro condiviso di 2 anni consentirà al LAP di rafforzare il suo valore sociale attraverso la divulgazione del messaggio contro la violenza sulle Donne.

Il Progetto LAP Laboratorio permanente di arte pubblica lavora sul coinvolgimento delle comunità della Basilicata per la creazione di uno storytelling, racconto corale delle tradizioni, dei segreti, dei bisogni della nostra Regione. I cittadini lucani sono i primi protagonisti di un’ azione artistica collettiva atta a produrre materiale di documentazione audiovisivo per la creazione dell’archivio etnoantropologico della Basilicata. Attraverso laboratori urbani, che coinvolgono di volta in volta le realtà operanti sul territorio, dalle Amministrazioni, alle Associazioni, alle scuole, all’intera comunità, si lavora nella dimensione attiva di coinvolgimento di un target di fruitori attori, uomini e donne, giovani e anziani, dai 7 ai 90 anni ed oltre, con una forte attenzione dei soggetti svantaggiati come le donne che hanno subito violenza e i disabili.

Il giorno 11 Luglio nella Piazza Matteotti a Potenza alle ore 18:00 si terranno i Laboratori urbani che quest'anno declineranno il progetto "l'esposizione del lenzuolo" di Maria Angela Capossela e Liviana Davi'. Partendo dalla consapevolezza storica della tradizione dell’esposizione del lenzuolo dopo la prima notte di nozze, sino adindagare il legame profondo degli abitanti con il territorio, i laboratori urbani produrranno video-interviste, che verranno utilizzate nella programmazione degli Urban Screen del LAP sul territorio della Basilicata.

Alle ore 19:30 seguirà la Performance Collettiva“l’esposizione del Lenzuolo” che prevede il coinvolgimento di donne alle quali chiediamo di portare con sé delle lenzuola, che verranno disposte in cerchio nella piazza e sulle quali i partecipanti dall’interno del cerchio lanceranno in sequenza con un gesto liberatorio il colore a tempera che varierà su tutte le cromie escluso il rosso.

Il giorno 18 Luglio dalle ore 18:00 la performance collettiva avrà come protagoniste le Donne di Rione Lucania a Potenza con la collaborazione dell’ Associazione Società Intelligente.

Durante gli eventi è prevista un’ azione di crowdfunding dell’Associazione Art Factory Basilicata per il sostegno del progetto.

 

 “l’esposizione del lenzuolo” di Maria Angela Capossela & Liviana Davì

 

L’opera di arte pubblica L’esposizione del Lenzuolo è un progetto collettivo articolato in diverse fasi. Il punto di partenza è la rivisitazione di un’antica tradizione legata alla verginità femminile, quella di esporre il lenzuolo macchiato di sangue fuori dalla casa degli sposi, l’indomani delle nozze. La tradizione è da tempo in disuso ma rimane ancora ben viva nell’immaginario e nella memoria dell’Italia del Sud.  L’opera intende raccogliere le donne intorno ad un’usanza perpetuata per secoli per sovvertirne il significato e rovesciare la posizione femminile, riattribuendole uno spazio creativo in seno alla comunità e restituendole la voce e il gesto. L’esposizione del Lenzuolo è stato realizzato per la prima volta a Calitri (AV) nell'agosto 2013, in occasione di un festival sul matrimonio, lo Sponzfest. La popolazione femminile ha partecipato all'organizzazione delle performance necessarie alla colorazione di 400 lenzuola e alla loro successiva installazione nella parte più antica del paese. L'azione pubblica ha trasformato in rito festivo e creativo l'aspetto umiliante che balza agli occhi ad una rilettura attuale della tradizione che, pur a distanza di tempo, continua ad impregnare l’immaginario di giovani e anziani. La storia del lenzuolo, così come ci è stata tramandata, non era una vera storia, solo un racconto di poche frasi che non spiegava ma generava immagini fantasmagoriche sulla prima notte di nozze e sulla fine della verginità. Giunte alla fine della catena di trasmissione memoriale quel che resta di tutto ciò è il carattere macabro dell'associazione tra rottura dell'imene e rottura dell'intimità e il desiderio di riscattare tante voci silenti. L’assenza di racconto intorno all’usanza del lenzuolo ci ha spinte ad incontrare le donne più anziane per raccogliere testimonianze e ad invitarle ad un gesto liberatorio e iconoclasta da realizzare insieme in piazza. In piazza perché si tratta del luogo pubblico per eccellenza, nel quale storicamente le donne hanno avuto così poca visibilità. Durante la performance pubblica le donne entrano in scena come soggetti attivi e col loro corpo danno vita ad un  rituale collettivo inconsueto che rovescia la tradizione. La performance è allora il momento liberatorio per sovvertire le posizioni sociali e per trasformare il  significato della macchia. Le abitanti diventano così artiste per un momento, per divertirsi, come gli artisti americani che hanno consacrato la gestualità nell’arte contemporanea mentre loro si schienavano sui campi. In questa particolare action painting collettiva si realizza un gesto iconoclasta paradossale. Esso infatti non distrugge la tradizione che per quanto si voglia umiliante è parte dell'identità, anzi, la riporta alla luce mettendone in mostra però un'altra versione in cui la macchia diviene il segno di un gesto attivo e ricreativo. Ricreativo è da intendere nel senso di creare altro, di ri-crearsi come donne ma anche e soprattutto nel senso di divertirsi e di provar piacere secondo il senso che il termine ha nel dialetto (addicriarsi, divertirsi).

 

Contatti

Ufficio stampa Art Factory Basilicata

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C.so Garibaldi, 18
85100 - Potenza

+39 338 95 99 361

 

 

 

 

Vincitori I edizione LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award


 

 

 

 

 

 

Proclamati i due progetti vincitori del LAP | Public Art Award 2013

La giuria del LAP | Public Art Award 2013, composta da Spencer Tunick, Presidente, Bruno Di Marino e Basak Malone, ha selezionato martedì 3 dicembre 2013, tra i finalisti in gara, i due vincitori della prima edizione del Public Art Award, che si sono aggiudicati il montepremi complessivo di 8.000 euro per le categorie Urban Space e Urban Screen e l'esposizione delle loro opere negli spazi del LAP in Basilicata

. 

Il gruppo Maria Angela Capossela & Liviana Davì, artiste visive, ha vinto il Public Art Award 2013 per la sezione urban screen con il progetto “The display of the bedsheet - L’esposizione del lenzuolo”, progetto molto strutturato che unisce tradizione e contemporaneità in un dialogo forte e intenso con i cittadini. 



Marco Rossetti, artista visivo, ha vinto il Public Art Award 2013 per la sezione urban space, con il progetto “Sublime Bother”, che, con una sottile linea di umorismo, trasformando la fotografia in uno specchio allegorico che riflette la curiosità dell'osservatore sull'immagine, dà il senso di una Basilicata che deve ancora essere svelata completamente.

Il Presidente di Giuria Spencer Tunick ha dichiarato:

“Thank you to all the Artists who submitted to LAP | Public Art Award, and to all the organizers and collaborators. It was a pleasure reviewing all the submissions by the artists. Congratulations!”

[Grazie a tutti gli artisti che hanno partecipato al LAP | Public Art Award all’organizzazione ed hai collaboratori, è stato un piacere visionare tutte le opere candidate dagli artisti. Congratulazioni!] 

Elisa Laraia, Presidente dell’Associazione Art Factory Basilicata e Direttore Artistico del LAP | Public Art Award ha dichiarato:

“Grazie soprattutto all’investimento della Regione Basilicata, al patrocinio del Comune di Potenza, la prima edizione del concorso internazionale LAP | Public Art Award ha fatto sì che la Regione Basilicata balzasse all’attenzione internazionale, raggiungendo un pubblico di 50.000 utenti nel settore dell’arte contemporanea e coinvolgendo nella community del social Public Art Award, sempre in continua evoluzione, più di 300 artisti professionisti provenienti da Francia, Inghilterra, Giappone, Cina, Argentina, Stati Uniti, Messico, Spagna, Etiopia, Albania, Australia, Olanda, Svizzera, Sud Africa e dall'Italia: Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia, Puglia, Lazio, Toscana, Lombardia, Sardegna, Veneto, Emilia Romagna, Umbria e Marche. Le 63 opere per la sezione Urban Screen e le 198 opere per le sezione Urban Space partecipanti al concorso hanno contribuito alla creazione di un Archivio di progetti creati ad hoc per la Regione Basilicata, adesso a disposizione dei 131 Comuni lucani per il raggiungimento dell’obiettivo del LAP, la realizzazione del primo Laboratorio permanente di Arte Pubblica a scala regionale in Italia.

La programmazione del 2014, che proseguirà il percorso attivato nel 2013, con il lancio a febbraio della seconda edizione del Public Art Award e l’apertura dei nuovi poli espositivi di Corleto Perticara grazie alla Partnership di Total E&P Italia e Calvello, culminerà in un grande evento legato alla realizzazione in Basilicata di un’opera di Spencer Tunick.

Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato al raggiungimento di questo obiettivo e in particolare allo staff del LAP, formato da Monica Nicastro e Mio D’Andrea Santoro, al vicepresidente dell’Associazione Art Factory Basilicata, Pietro Sacco, all’Ufficio Programmazione della Regione Basilicata e all’Ufficio Cultura del Comune di Potenza.”

 

 

Convegno “Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

 

 

 

Il LAP | Public Art Award  presenta il Convegno

“Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

16 Settembre 2013 Teatro Stabile della Città di Potenza 

 

h. 18.30 

Convegno

“Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

 

h. 21.00 Facciata del Teatro Stabile

Urban screen

Opere selezionate dal LAP | Public Art Award

 

Ai saluti istituzionali del Presidente Giunta regionale Basilicata Vito De Filippo, del Sindaco di Potenza e Presidente ANCI Basilicata Vito Santarsiero, del Sindaco di Matera, Presidente Comitato Matera 2019, Salvatore Adduce, del Magnifico Rettore Università degli Studi della Basilicata Mauro Fiorentino,  seguiranno gli interventi sull’Arte Pubblica di Marta RagozzinoSoprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, Francesco Pesce Dirigente Ufficio Programmazione Regione Basilicata, Elisa Laraia Direttore Artistico LAP | Public Art Award Presidente Art Factory Basilicata, Bruno Di Marino, Docente di Teoria e Metodo dei Mass Media, Accademia di Belle Arti di Frosinone, Anna Detheridge, Teorica delle Arti Visive, Saggista, Presidente Connecting Cultures, Emilio Fantin Artista, Docente Universitario, Bianco e Valente Artisti, Giuseppe Biscaglia Associazione Basilicata1799, Massimo Dapoto Responsabile Comunicazione Total E&P Italia, con il contributo video delPresidente di giuria Concorso LAP | Public Art Award Spencer Tunick. coordinati da Loredana Costanza Capo Ufficio Stampa Comune di Potenza.

 

Il Convegno è incentrato sulla tematica dell’Arte Pubblica con particolare attenzione al suo positivo impatto sulla vita dei cittadini e sul territorio della Regione Basilicata nella dinamica della valorizzazione del patrimonio storico- antropologico. Si partirà dall’analisi di progetti di arte pubblica nel mondo in relazione ad investimenti programmatici da parte delle pubbliche amministrazioni e di partner privati. Verrà esplorata la metodologia di progettazione dell’arte Pubblica, soprattutto in relazione al coinvolgimento dei fruitori-cittadini, sia sul piano teorico sia sul piano dell’azione creativa.

 

In occasione del convegno verranno proclamati i vincitori della sezione under 35 del Public Art Award, che frequenteranno il Corso Superiore di Arti Visive dal 17 al 22 nell'Università degli Studi di Basilicata, sedi di Potenza e Matera, con il parternariato del DiCEM.

Seguirà, a conclusione del convegno, alle 21:00, sulla facciata del Teatro Stabile, l'Urban screen di “Private Conversation” di Elisa Laraia | Orfeo Hotel contemporary art project, introduce la selezione di opere dal LAP | Public Art Award degli artisti: Matsuura Tomoya, Donato Faruolo, Vito Alfarano, Elisabetta Falanga, Antonello Novellino, Alejandra Marcela Caro, Marco Rossetti, Zhou Chau, Alberto Vernotico, Giacomo Casprini, Raffaele Fiorella, Life Art Studio (Roberto Lacava, Giusy Tolve), Maria Teresa Santangelo, Roberto Tenace, Sergio Racanati, Yacob Bizuneh, Paolo Puddu, Juan Carlos Zaldivar, Fernand Percival, Claudia Gambadoro, Alessandra Montanari, Donato Fusco, Emilia Rosaria Badalà, Veturia Manni

LAP | Public Art Award | Convegno | Urban Screen

  

Comunicato stampa

 

Il 14 Settembre 2013 h.12:00 nella Sala dell’Arco del Comune di Potenza si terrà la Conferenza Stampa di Presentazione del

 

LAP | Public Art Award

Convegno “Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

 

16 Settembre 2013

 

h. 18.30 Teatro “Francesco Stabile”.

Convegno

“Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

 

h. 21.00 Piazza Mario Pagano, facciata del Teatro Stabile

Urban screen

Opere selezionate dal LAP | Public Art Award

 

Saluti istituzionali

 

Vito De Filippo

Presidente Giunta regionale Basilicata

Vito Santarsiero

Sindaco di Potenza

Presidente ANCI Basilicata

Salvatore Adduce

Sindaco di Matera

Presidente Comitato Matera 2019

Mauro Fiorentino

Magnifico Rettore Università degli Studi della Basilicata

 

Coordina Loredana Costanza Capo Ufficio Stampa Comune di Potenza

 

Interverranno sui temi dell’ Arte Pubblica

Marta RagozzinoSoprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata

Francesco Pesce Dirigente Ufficio Programmazione Regione Basilicata

Elisa Laraia Direttore Artistico LAP | Public Art Award Presidente Art Factory Basilicata

Spencer Tunick Presidente di giuria Concorso Public Art Award [contributo video]

Bruno Di Marino, Docente di Teoria e Metodo dei Mass Media, Accademia di Belle Arti di Frosinone

Anna Detheridge, Teorica delle Arti Visive, Saggista, Presidente Connecting Cultures

Emilio Fantin Artista, Docente Universitario
Bianco e Valente 
Artisti

Giuseppe BiscagliaAssociazione Basilicata1799

Massimo Dapoto Responsabile Comunicazione Total E&P Italia 

LAP | Public Art Award

Convegno “Basilicata Terra d'Arte | L'Arte Pubblica tra locale e globale”

Nell’ambito delle attività del progetto LAP finanziato dalla Regione Basilicata con Fondi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù,con il patrocinio del Comune di Potenza e dell’ANCI, il 16 settembre nel teatro “Francesco Stabile di Potenza, alle ore 18.30, si terrà il Convegno “Basilicata terra d'arte. L'Arte Pubblica tra locale e globale”, a cura dell’ Associazione Art Factory Basilicata.

Ai saluti istituzionali del Presidente della regione Basilicata, Vito De Filippo, del Sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, del Sindaco di Matera, Presidente Comitato Matera 2019 Salvatore Adduce, del Magnifico Rettore Università degli Studi della Basilicata Mauro Fiorentino seguiranno gli interventi di Marta Ragozzino Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata, Francesco Pesce Dirigente Ufficio Programmazione Regione Basilicata,Elisa Laraia, Art Director  LAP | Public Art Award, Presidente Associazione Art Factory Basilicata, Bruno Di Marino, storico dell’immagine in movimento e Docente di Teoria e Metodo dei Mass Media, Accademia di Belle Arti di Frosinone, Bianco e Valente, Artisti, Anna Detheridge, Teorica delle Arti Visive, Saggista, Presidente Connecting Cultures, Giornalista, Docente Univesitaria, Emilio Fantin, , Artista, Docente di “Percezione e Comunicazione Visiva” del Politecnico di Milano, Giuseppe Biscaglia Associazione Basilicata1799, Massimo Dapoto Responsabile Comunicazione Total E&P Italia.

Il Convegno è incentrato sulla tematica dell’Arte Pubblica con particolare attenzione al suo positivo impatto sulla vita dei cittadini e sul territorio della Regione Basilicata nella dinamica della valorizzazione del patrimonio storico- antropologico. Si partirà dall’analisi di progetti di arte pubblica nel mondo in relazione ad investimenti programmatici da parte delle pubbliche amministrazioni e di partner privati. Verrà esplorata la metodologia di progettazione dell’arte Pubblica, soprattutto in relazione al coinvolgimento dei fruitori-cittadini, sia sul piano teorico sia sul piano dell’azione creativa. 

In occasione del convegno verranno proclamati i vincitori della sezione under 35 del  Public Art Award, che frequenteranno il Corso Superiore di Arti Visive tenuto dai docenti Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Mariadelaide Cuozzo, Anna Detheridge, Emilio Fantin, dal 17 al 22 nell'Università degli Studi di Basilicata, sedi di Potenza e Matera, con il parternariato del DiCEM.

Seguirà, a conclusione della programmazione estiva 2013 del LAP | Public Art Award, che ha coinvolto Acerenza, Forenza, Calvello e Corleto Perticara, l’

Urban screen di “Private Conversation” di Elisa Laraia | Orfeo Hotel contemporary art project, e di una selezione di video dal Public Art Award, Piazza Mario Pagano, facciata del teatro Stabile, ore 21.00.

contatti

Ufficio Stampa LAP

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 338 95 99 361

LAP | Urban Screen | Corleto Perticara


 

LAP | Public Art Award |  Urban Screen

Corleto Perticara 14 Settembre

Piazza degli Uffici

ore 21.00

 

Corleto Perticara, 2° polo espositivo permanente del LAP | Public Art Award, grazie alla partnership di Total E&P Italia S.p.a. e al patrocinio dell'Amministrazione Comunale, con il Sindaco Rosaria Vicino, ospita il 14 settembre l'evento di urban screen dell'opera ad hoc “Private Conversation”, ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, di Elisa Laraia.

Con 3 poli espositivi permanenti (il 3° sarà a breve attivato a Calvello), la Basilicata sta assumendo il profilo di laboratorio d'arte pubblica per eccellenza, in un'ottica internazionale, con il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo. Gli urban spaces e gli urban screen del LAP diventano, infatti, le postazioni espositive delle opere vincitrici del Public Art Award, primo concorso di arte pubblica dedicato a valorizzare il territorio e la storia della Basilicata.

L'investimento in cultura della Regione Basilicata, nello specifico del LAP con i fondi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù, il patrocinio dell'ANCI e dei Comuni Lucani, la partnership di Total E&P Italia S.p.a. stanno dando concretezza alla creazione in Basilicata del primo laboratorio di arte pubblica a scala regionale in Italia.

Dopo la prima tappa della programmazione estiva del LAP il 13 agosto ad Acerenza, la seconda il 18 agosto a Forenza e la terza a Calvello il 5 settembre, il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica, giunge, dunque, a Corleto Perticara, borgo di grande interesse per bellezze naturali e storia, essendo uno dei Comuni lucani protagonisti del percorso verso l'unità d'Italia nel 1860, una delle pagine più belle del Risorgimento, di cui nel museo comunale "Michele Lacava" si conserva una storica testimonianza: il tricolore dei patrioti lucani, ovvero la prima bandiera d'Italia in terra lucana.

L'evento del 14 settembre a Corleto è il risultato della collaborazione tra il LAP | Public Art Award, l'Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Rosaria Vicino e la Total, nell'ottica di quella rete di Istituzioni, associazioni  e imprese che può dare alla Basilicata un'ulteriore occasione di progresso culturale ed economico. 

L'urban screen illuminerà il palazzo degli Uffici di Corleto Perticara, edificio che fa parte dell'antico Castello; ancora una volta, la videoproiezione ad hoc proporrà una sintesi tra la vita quotidiana, raccontata dalle voci e dai volti dei cittadini che portano le loro esperienze private e le loro memorie collettive dentro il tessuto della storia del borgo lucano, e l'immaginario dell'artista Elisa Laraia, le cui silhouettes, proiettate sulla facciata del palazzo degli Uffici, riconducono il privato del borgo nell'ambito della comunicazione propria dell'arte pubblica, basata sullo scambio, negli spazi urbani, tra artista e fruitori.

La voce dei cittadini lucani continuano a formare il tappeto sonoro delle videoproiezioni del LAP, creando di tappa in tappa quel ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, che è l'obiettivo finale del progetto artistico di Elisa Laraia.

L'artista lucana, art director del LAP | Public Art Award, sarà presente a Calvello, insieme allo staff del LAP, Monica Nicastro e Mio D'Andrea Santoro, partecipano all’evento Rosaria Vicino Sindaco di Corleto Perticara, Roberto Pasolini Direttore Commerciale & Comunicazione Total E&P Italia e Massimo Dapoto Responsabile Comunicazione Total E&P Italia

Il LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica, nato a Potenza nel 2009, grazie al sostegno del Sindaco Vito Santarsiero, con 7 postazioni espositive permanenti su progetto di Elisa Laraia, prosegue la sua programmazione estiva 2013 in Basilicata a Potenza il 16 settembre, nel Teatro Francesco Stabile, dove alle 18.00 si terrà un convegno internazionale sui temi dell'Arte Pubblica, a cura del LAP e alle ore 21.00 verranno proiettati video degli artisti selezionati dal Public Art Aword, sezione under 35.

Dettagli su

www.laboratoriodiartepubblica.it - www.publicartaward.com

LAP | Public Art Award Proproga scadenza bando

LAP | Public Art Award  Proroga scadenza bando 

Dato il grande interesse dimostrato dagli Artisti, il LAP | Public Art Award ha prorogato i termini per la consegna dei progetti.

LAP | Public Art Award è il primo concorso internazionale, senza limiti di età, dedicato all'Arte Pubblica, finalizzato a esplorare la Regione Basilicata. Il LAP | Public Art Award si avvale di una Giuria altamente qualificata, formata dal presidente Spencer Tunick, artista di fama internazionale, da Bruno Di Marino, storico dell'immagine in movimento, e da Basak Malone, gallerista di New York.

Premi

20 posti nel Corso Superiore di Arti Visive + Esposizione | Deadline: 12 settembre 2013

2 premi per complessivi 8.000,00 euro + Esposizione | Deadline: 30 ottobre 2013

Il Corso Superiore di Arti Visive si terrà dal 16 al 22 settembre con i docenti Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo. I corsisti riceveranno attestati di partecipazione e crediti formativi rilasciati dall'Università degli Studi della Basilicata. I 20 artisti selezionati esposrranno negli spazi urbani delle città di Potenza e Matera con le tecnica dell'Urban Screen

Oltre i 20 posti in palio è possibile richiedere l'iscrizione al Corso Superiore di Arti Visive

I due artisti vincitori dei premi in denaro per complessivi 8.000,00 euro, esporranno all'interno degli spazi urbani del LAP nella Città di Potenza, Corleto Perticara e Calvello e su monumenti storici dei Comuni della Regione Basilicata, con la tecnica dell'urban screen.

 

Fee di partecipazione al concorso: 40,00 Euro

 

Dettagli su:

http://www.laboratoriodiartepubblica.it

 

http://www.publicartaward.com

LAP | Urban Screen | Calvello

 

Comunicato Stampa

LAP | Public Art Award

Programmazione estiva Urban Screen

Calvello 5 Settembre  Via Roma ore 21.00

La Basilicata è ormai avviata ad essere laboratorio d'arte pubblica per eccellenza, in un'ottica internazionale, con il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo, grazie al Public Art Award, primo concorso di arte pubblica dedicato a valorizzare il suo territorio e la sua storia, con scadenza 5 settembre, e gli Urban Screen sui palazzi storici della regione programmati per l'estate 2013.

L'investimento in cultura della Regione Basilicata, nello specifico del LAP con fondi del Ministero della Gioventù, il patrocinio dei Comuni Lucani e la partnership di Total E&P Italia S.p.a. stanno dando concretezza alla creazione in Basilicata del primo laboratorio di arte pubblica a scala regionale in Italia.

Dopo la prima tappa della programmazione estiva il 13 agosto ad Acerenza, e la seconda il 18 agosto a Forenza, il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica, giunge a Calvello, il cui territorio è compreso  nel Parco Nazionale dell' Appennino Lucano Val d' Agri Lagonegrese, borgo di grande interesse per bellezze naturali e storia, essendo uno dei Comuni lucani protagonisti del percorso verso l'unità d'Italia nel 1860.

A Calvello il 5 settembre viene proposta una versione ad hoc dell'urban screen di “Private Conversation”, ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, di Elisa Laraia.

L'evento del 5 settembre a Calvello è il risultato della collaborazione tra il LAP | Public Art Award, l'Associazione Prima Persona, rappresentata dai referenti Mario Polese e Roberta Alberti, e l'Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco, Mario Domenico Antonio Gallicchio.

L'urban screen illuminerà il palazzo di Calvello sito in Via Roma, che è parte della storia edilizia del borgo lucano, a costruirlo, infatti, all'inizio del 900, i più bravi artigiani-costruttori di Calvello, i Vitacca, alla cui abilità si deve anche la Chiesa Madre. Ancora una volta, la videoproiezione ad hoc proporrà una sintesi tra la vita quotidiana del borgo, raccontata dalle voci dei cittadini che rimandano alle loro memorie personali e collettive, e l'immaginario dell'artista Elisa Laraia, le cui silhouettes, proiettate sulla facciata del palazzo di via Roma, riconducono il privato del borgo nell'ambito della comunicazione propria dell'arte pubblica, basata sullo scambio, negli spazi urbani, tra artista e fruitore, tra privato e pubblico. La voce dei cittadini lucani continuano a formare il tappeto sonoro delle video proiezioni del LAP, creando di tappa in tappa quel ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, che è l'obiettivo finale del progetto artistico di Elisa Laraia. L'artista lucana, art director del LAP | Public Art Award, sarà presente a Calvello, insieme allo staff del LAP, Monica Nicastro e Mio D'Andrea Santoro.

 

Il LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica, nato a Potenza nel 2009, grazie al sostegno del Sindaco Vito Santarsiero, con 7 postazioni espositive permanenti su progetto di Elisa Laraia, prosegue la sua programmazione estiva 2013 in Basilicata con gli urban screen di Private Conversation di Elisa

Laraiaa Corleto Perticara il 14 settembre, Piazza degli Uffici, e a Potenza il 16 settembre, Teatro Francesco Stabile, ore 21.00, dove si terrà anche il convegno internazionale sui temi dell'Arte Pubblica, a cura del LAP.

LAP | Urban Screen

LAP | Public Art Award

Programmazione estiva Urban Screen

 

La Basilicata aspira a diventare il laboratorio dell'arte pubblica per eccellenza, in un'ottica internazionale, con il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo, grazie al Public Art Award, primo concorso di arte pubblica dedicato a far conoscere e a valorizzare il suo territorio e la sua storia. Importante tappa di questo percorso, posto in essere grazie all’investimento nel settore cultura della Regione Basilicata, è la programmazione estiva del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica 2013, con gli Urban screen dell’opera Private Conversation a Forenza, Acerenza, Calvello, Corleto Perticara, Potenza, che, grazie al patrocinio dei Comuni Lucani e la partnership di Total E&P Italia S.p.a. apre concretamente la prospettiva della creazione del primo laboratorio di arte pubblica di scala regionale in Italia.

Il LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica, nato a Potenza nel 2009 con 7 postazioni espositive permanenti, su progetto di Elisa Laraia, apre la sua programmazione 2013 in Basilicata con gli Urban screen dell’opera Private Conversation, aprendo così concretamente la prospettiva della creazione del primo laboratorio di arte pubblica di scala regionale in Italia.

Parte il 9 agosto e chiude il 16 settembre con 5 appuntamenti a Forenza, Acerenza, Calvello, Corleto Perticara, Potenza, per poi proseguire lungo tutto il 2013.

I cittadini della Basilicata, primi protagonisti del LAP, prendono vita sulle facciate dei palazzi storici della regione, mentre le loro voci si propagano nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, raccontando ciascuna il proprio vissuto, i luoghi di affezione, le poesie, i sogni e le aspirazioni di una Regione che sceglie l’arte contemporanea per illuminare la sua storia, tra ricordo del passato e attesa del futuro.

 

 

Forenza 9 Agosto

h. 21:00 Convento del SS. Crocifisso

Acerenza 13 agosto

h.21:00 Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Canio Vescovo

Calvello 5 settembre

h. 21:00 Chiesa e Convento di S.Maria de Plano

Corleto Perticara 14 settembre

h.21:00 Piazza degli Uffici

Potenza 16 settembre

h.21:00 Teatro Francesco Stabile

 

Dettagli sul sito

www.laboratoriodiartepubblica.it - www.publicartaward.com

  

Contatti

Lorenza Colicigno

Responsabile Ufficio Stampa LAP

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3265330

LAP | Urban Screen | Forenza

 

 

 

LAP | Public Art Award | Private Conversation| Forenza

Forenza, 18 Agosto 2013 h.21:00

La Basilicata è candidata a diventare in Italia laboratorio d'arte pubblica per eccellenza, in un'ottica internazionale, con il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo, grazie al Public Art Award, primo concorso di arte pubblica dedicato a valorizzare il suo territorio e la sua storia. Importante tappa di questo percorso, posto in essere grazie all’investimento nel settore cultura della Regione Basilicata, con fondi del Ministero della Gioventù, è la programmazione estiva del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica 2013, con gli Urban screen dell’opera Private Conversation ad Acerenza, Forenza, Calvello, Corleto Perticara, Potenza, programmazione che, grazie al patrocinio dei Comuni Lucani e la partnership di Total E&P Italia S.p.a., apre concretamente la prospettiva della creazione in Basilicata del primo laboratorio di arte pubblica di scala regionale in Italia.

Dopo la prima tappa il 13 agosto ad Acerenza, la seconda tappa della programmazione estiva del LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica 2013 il 18 agosto a Forenza. Madrina dell'iniziativa la poetessa Anna Santoliquido, originaria di Forenza, parteciperà il sindaco di Forenza, Francesco Mastrandrea, e l'artista Elisa Laraia, Art Director Lap | Public art Award, con lo staff del LAP, Monica Nicastro e Mio D'Andrea Santoro. Alcune delle poesie di Anna Santoliquido costituiscono la base sonora dell'opera ad hoc Private Conversation, insieme alle testimonianze dei cittadini di Forenza, dai più giovani ai più anziani che hanno dato il loro contributo raccontando il loro profondo rapporto con il territorio. L’opera Private Conversation, ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, verrà videoproiettata sulla facciata del Convento del SS. Crocifisso, h. 21:00. Luogo di particolare suggestione, dal punto di vista del paesaggio e del patrimonio artistico, la chiesa del Crocifisso, costruita nel 1680, parte del Convento dei Cappuccini, al suo interno custodisce altari lignei, tele del 1500, un dipinto di Santa Maria della Stella del XIV sec., un coro del XVI sec. e un prezioso crocifisso ligneo del XVII sec. La scelta di questo luogo, in particolare, traduce il senso del progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica di mettere a confronto patrimonio antico e arte contemporanea, nella prospettiva della valorizzazione della Basilicata.

Il LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica è nato a Potenza con 7 postazioni espositive permanenti nel 2009 su progetto di Elisa Laraia, grazie al sostegno del Sindaco Vito Santarsiero, e a Potenza conclude la programmazione estiva il 16 settembre con l'Urban Screen sul teatro “Stabile”.

I cittadini della Basilicata, primi protagonisti del LAP, prendono vita sulle facciate dei palazzi storici della regione, mentre le loro voci si propagano nello spazio urbano, nelle piazze, nei vicoli, raccontando ciascuna il proprio vissuto, i luoghi di affezione, le poesie, i sogni e le aspirazioni di una Regione che sceglie l’arte contemporanea per illuminare la sua storia, tra ricordo del passato e attesa del futuro.

Programmazione  Urban Screen

Acerenza 13 agosto

h. 21:00 Largo Emanuele Gianturco

Forenza 18 agosto 

h. 21:00 Convento del SS. Crocifisso

Calvello 5 settembre

h. 21:00 Chiesa e Convento di S.Maria de Plano

Corleto Perticara 14 settembre

h.21:00 Piazza degli Uffici

Potenza 16 settembre

h.21:00 Teatro Francesco Stabile

 

Contatti

Lorenza Colicigno

Responsabile Ufficio Stampa LAP

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3265330

LAP | Urban Screen | Acerenza

 

LAP | Public Art Award | Urban Screen | Private Conversation | Acerenza

13 agosto il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica ha fatto tappa ad Acerenza, dove i 12 interni di Private Conversation, video prodotto da Orfeo Hotel Contempory art Project, per Art Factory Basilicata, hanno illuminato, dalle 21.00 alle 23.00, con la tecnica dell'Urban Screen, uno dei palazzi storici di Largo Emanuele Gianturco. Attraverso le voci degli abitanti è emersa la vita quotidiana del bel borgo lucano, sono emersi i ricordi dell'infanzia, le voci delle balie, il magistero di uomini di chiesa, la generosità della gente, la tradizione della vendemmia, i racconti magici, è emersa un'Acerenza immagine del futuro, e poi le voci del vento e degli uccelli e il silenzio profondo di un luogo che avvicina all'eterno, a Dio. Sempre al limite tra pubblico e privato, Private Conversation, ritratto antropologico della Basilicata contemporanea, ha messo in relazione le simboliche silhouettes create da Elisa Laraia, con la concreta vita del borgo lucano, tra intimità da un lato e desiderio di relazione dall'altro. I cittadini della Basilicata, primi protagonisti del LAP, prendono vita sui palazzi storici e narrano il vissuto di una regione che sceglie l’arte contemporanea per illuminare la sua storia, tra ricordo del passato e attesa del futuro. Tra le voci dalla città di Acerenza anche quella del Sindaco Rossella Quinto, che ha molto apprezzato il LAP. Gli Urban Screen del LAP saranno a Forenza il 18 agosto, Chiesa del SS. Crocifisso, a Calvello il 5 settembre, Chiesa e Convento di S.Maria de Plano, a Corleto Perticara il 14 settembre, Piazza degli Uffici, a Potenza il 16 settembre, Teatro Francesco Stabile, sempre alle ore 21.00. La Basilicata aspira, dunque, a diventare il laboratorio d'arte pubblica per eccellenza in Italia, in un'ottica internazionale, con il coinvolgimento di artisti da tutto il mondo, grazie al Public Art Award, primo concorso di arte pubblica dedicato a farne conoscere e a valorizzarne il territorio e la storia, promosso dal LAP (www.publicartaward.com), e con gli Urban Screen dell’opera Private Conversation, importante tappa di questo percorso, posto in essere grazie all’investimento nel settore cultura della Regione Basilicata, in questo caso con specifici fondi del Ministero per la Gioventù, al patrocinio dei Comuni Lucani e alla partnership di Total E&P Italia, che stanno rendendo concreta la prospettiva della creazione del primo laboratorio di arte pubblica a scala regionale in Italia.

Contatti

Lorenza Colicigno

Responsabile Ufficio Stampa LAP

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3265330

LAP | Public Art Award

 

Per iscriversi al LAP | Link Art Premio del Pubblico clicca sul following

http://www.publicartaward.com/index.php?option=com_content&view=article&id=48&Itemid=293

Dead line 5 settembre 2013

 

Il Premio Arte Pubblica, Primo Concorso Internazionale Dedicato all'Arte Pubblica, finalizzato a esplorare Vai La Regione Basilicata, si rivolge a tutti voi artisti, e ai di creativi In Genere Che vogliono confrontarsi con la Pratica dell'Arte Pubblica. Noi crediamo Che il respirare arte NEGLI Spazi Urbani SIA Una Necessità per tutti, artisti e fruitori, e il Che stimolare La Creazione di Interventi ad hoc Sulla Basilicata SIA Una Opportunità per Misurare la Vostra arte Con gli Spazi Pubblici, ottenendo Una forte visibilitÃ.

This Opportunità VIENE offerta dal LAP | Arte pubblica di aggiudicazione Agli Artisti e AI CREATIVI Di OGNI nazionalita Senza Limiti di ETA, con la sola Sottoscrizione della quota di partecipazione Di 40,00 €.

La Giuria del Premio Arte Pubblica, Altamente qualificata, Formata dal presidente Spencer Tunick, artista di fama internazionale, da Bruno Di Marino, storico dell'Immagine in movimento, e da Basak Malone, gallerista di New York,

valuterà innanzitutto il  Progetto  Presentato da ognuno di voi, a causa Secondo criteri Fondamentali: Quanto il Progetto riesce a Porre al centro la Basilicata e Quanto rispecchia le Caratteristiche Fondamentali dell'Arte Pubblica, prima di tra Tutte Il coinvolgimento della Comunità Che accoglierà l'opera. Il Progetto potra Essere Realizzato con Tutti i Possibili media, Dalla fotografia alla pittura, Dalla scultura all'istallazione, dall'arte digitale alla documentazione di Azioni performative, il video dal, all'animazione 2d e 3d, purche Possa Essere riprodotto in stampe digitali o il video proiettato.

La Scelta di dividere è il concorso in causa Sezioni, Fotografia e Video, infatti, non Vuole penalizzare nessuna Modalità di tariffa arte, MA e dati Dalle 2 Piattaforme espositive Che il LAP Cosa ottieni voi artisti.

La  sezione Fotografia  ettari venire Piattaforma espositiva le 6 Postazioni di Potenza (Attive dal 2009) e Le 2 Postazioni di Corleto Perticara e Calvello (di Prossima Apertura), grandi pannelli espositivi di 500x250 cm Che ospitano la Riproduzione in immagini di qualunque tecnica d'arte , Dalla fotografia alla pittura, Dalla scultura all'istallazione, dall'arte digitale alla documentazione di Azioni performativo sino ai frame video.

La  sezione video  ha venire Piattaforma espositiva i palazzi storici ei monumenti della Basilicata sui Quali i video di verranno proiettati con la tecnica dell'urban schermo. Anche in this Caso OGNI tipo di opera Verra valutata ed ESPOSTA tramite la SUA Riproduzione in video Proiezioni.

Il concorso  Premiera 2 artisti  senza limiti di Età, Uno Nella sezione Fotografia e Uno Nella sezione video, con un premio in Denaro, per complessivi  8.000,00 euro , e con l'esposizione all'interno degli Spazi del LAP nella Città di Potenza e su monumenti storici dei Comuni della Regione Basilicata con la tecnica dell'Urban schermo.

Il Premio del Pubblico Arte, InOLTRE,  selezionerà 20 Giovani sotto i 35 anni per partecipare al Corso Superiore di Arti Visive , dal 16 al 22 settembre con i docenti Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo. Il Corso Superiore di Arti Visive si avvale del partenariato del DiCEM Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali, Che garantisce a tutti i corsisti attestati di partecipazione e Agli iscritti all'Università della Basilicata crediti formativi. E 'possibile iscriversi al Corso Superiore di Arti Visive Anche se si Sono superati i 35 anni, basta INVIARE il proprio curriculum e sottoscrivere la quota di partecipazione Di 400,00 €. (Max 20 posti)

I progetti dei 50 artisti finalisti, il Che costituiranno l'Archivio del LAP | Arte Premio del Pubblico,  verranno valorizzati con eventi di urbano schermo Nei 131 comuni della Basilicata, e non solo, e tramite le Pubblicazioni del Progetto LAP & Smartphones Luoghi Che Si Prevede in 8 Uscite sino al Termine del 2014.

 

contatti

LAP personale

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 3389599361

Sintesi Conferenza Stampa LAP

 

Sintesi della Conferenza Stampa di presentazione del progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award e informazioni sul Progetto

 

Si è tenuta il 9 luglio 2013 nella Sala Verrastro della| Regione Basilicata la conferenza stampa di presentazione del progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award.

Sono intervenuti Elisa Laraia, Direttore Artistico LAP | Public Art Award, Presidente Associazione Art Factory Basilicata, Spencer Tunick, Presidente di giuria Concorso Public Art Award, con un contributo video, Vito De Filippo, Presidente Giunta Regionale Basilicata, Vito Santarsiero, Sindaco di Potenza, Alberto Giordano, Assessore alla Cultura Comune di Matera, Comitato Promotore Matera 2019, Rosaria Vicino, Sindaco di Corleto Perticara, Franca De Bona, assessore alla cultura di Corleto Perticara, Massimo Dapoto, Responsabile Comunicazione Total E&P Italia S.p.a., Marianna Nicoletti, Comitato Promotore Fondazione CRESCO in Basilicata, Teresa Garaguso, funzionaria della Sovrintendenza ai Beni Culturali, e Michele Saponaro, responsabile dell’ufficio Stampa ,in rappresentanza della Soprintendente ai Beni Culturali di Matera, Marta Ragozzino. Note di apprezzamento sono state inviate dal Magnifico Rettore dell'Università della Basilicata, Mauro Fiorentino, che ha patrocinato il Progetto LAP, e dal Direttore del DiCEM, Ferdinando Mirizzi, che è partner del Public Art Award.

Dalla Conferenza Stampa sono emersi gli elementi che caratterizzano il progetto e lo rendono particolarmente interessante. Al di là del valore artistico del LAP, che certamente ne è l'elemento essenziale, va sottolineata, ha dichiarato Elisa Laraia, l'impostazione regionale da un lato, con la valorizzazione del territorio della Basilicata, internazionale dall'altro, con il Public Art Award, non di meno la prospettiva di contribuire allo sviluppo culturale ed economico della Basilicata, con la realizzazione degli obiettivi del progetto, che, nel suo carattere di permanenza, nei prossimi 3 anni, offrirà opportunità di lavoro retribuito alla comunità lucana, dando risposta alla domanda di lavoro dell’associazionismo culturale diffuso in Basilicata, nella prospettiva di diventare impresa culturale autonoma, e, infine, la dimensione di rete tra Associazionismo culturale, Istituzioni pubbliche e imprese private, unica vera prospettiva di sviluppo di iniziative culturali di grande spessore, e conseguentemente di notevole impegno finanziario.

All'intervento di Elisa Laraia è seguita la proiezione del contributo video di Spencer Tunick, artista visivo che lavora coinvolgendo masse di persone nude per creare paesaggi astratti site specific all' interno delle città e della natura negli spazi pubblici, presidente della giuria del Public art Award. Tunick ha dichiarato di essere stato felice di accettare l'invito a far parte di questo progetto decisamente interessante e innovativo: il LAP Laboratorio permanente di arte pubblica e il Public Art Award. - Attendo di esaminare i progetti degli eccellenti artisti - ha dichiarato Tunick - che parteciperanno alla competizione e di venire in Basilicata per la creazione di uno dei miei lavori. Sono estremamente onorato di essere stato scelto come Presidente di giuria del Public Art Award e ho accettato con molto piacere la nomina. Il progetto mi darà anche l'opportunità di conoscere la bellissima regione Basilicata. 

Il Presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo, ha sottolineato che “l’identità della nostra regione non può essere disgiunta da elementi quali il patrimonio storico artistico e la creatività. La creatività la ritroviamo nella nostra cultura, nel nostro territorio, nella qualità del nostro vivere quotidiano e dei nostri prodotti. Non è un fine in sé, ma un processo, un mezzo straordinario per produrre nuove idee. Il Laboratorio permanente di Arte Pubblica fa suo questo principio e diviene strumento per la crescita culturale e artistica della Regione in un contesto nazionale ed internazionale.”.

 

Note informative sul LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award.

 

Il LAP, progetto d'arte contemporanea, ha l’obiettivo di realizzare sul territorio dell’intera Regione Basilicata il primo Laboratorio permanente di Arte Pubblica a scala regionale in Italia, coinvolgendo artisti nazionali e internazionali nella progettazione di opere ad hoc in video e fotografia, opere che traggano spunto dalla storia, dagli abitanti, dal paesaggio urbano, da tutto il territorio della Basilicata. Dal 2013 il LAP lancia il “Public Art Award”, primo concorso internazionale dedicato all’Arte Pubblica finalizzato a esplorare la regione Basilicata.

 

Il Public Art Award è primo concorso internazionale dedicato all’Arte Pubblica finalizzato a esplorare la regione Basilicata. La Giuria altamente qualificata, formata dal presidente Spencer Tunick, artista di fama internazionale, da Bruno Di Marino, storico dell’immagine in movimento, e da Basak Malone, gallerista di New York, premierà 2 artisti, uno nella sezione video e uno nella sezione fotografia, con un premio in denaro di 8.000,00 € e con un'esposizione all’interno degli spazi del LAP nella Città di Potenza e su monumenti storici dei Comuni della Regione Basilicata, con la tecnica dell’urban screen. Il Comitato di selezione, formato da Elisa Laraia, Artista, Direttore Artistico del LAP | Public Art Award, Bruno Di Marino, Storico dell’immagine in movimento e Docente di Teoria e Metodo dei Mass Media, Accademia di Belle Arti di Frosinone, Bianco e Valente, Artisti, Mariadelaide Cuozzo, Docente di Storia dell’Arte Contemporanea, Università degli Studi della Basilicata, Massimo Dapoto, Responsabile Comunicazione Total E&P Italia S.p.a., darà l’opportunità a 20 giovani under 35 di partecipare al Corso Superiore di Arti Visive, di cui Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo saranno il corpo docente.

 

Il Corso Superiore di Arti Visive, patrocinato dall'Università degli studi della Basilicata, si avvale del partenariato del DiCEM Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali, che garantisce a tutti i corsisti attestati di partecipazione e agli iscritti all'Università della Basilicata crediti formativi. Per uno dei 20 selezionati, è prevista una menzione speciale da parte di Total Italia, per l’esposizione nel nuovo polo del LAP di Corleto Perticara.

 

Sono entrati recentemente a far parte del Lap Laboratorio permanente di Arte Pubblica anche i Comuni di Matera, Calvello, Forenza, mentre già altri comuni lucani hanno chiesto di entrare a far parte del progetto.

 

Sul sito www.laboratoriodiartepubblica.it – www.publicartaward.com è attivo il primo social dedicato esclusivamente all'arte pubblica, luogo di discussione e di visibilità per artisti e gruppi che ruotano nell'ambito dell'arte pubblica e dell'arte contemporanea in generale.

 

 

 

Contatti

Responsabile Ufficio Stampa

Lorenza Colicigno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3265330

Conferenza Stampa LAP

 

Il 9 Luglio 2013 | ore 12:00 | Sala Verrastro | Regione Basilicata

Si terrà la Conferenza Stampa di presentazione del progetto 

LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica | Public Art Award

interverranno

Elisa Laraia

Direttore Artistico LAP | Public Art Award

Presidente Associazione Art Factory Basilicata

Spencer Tunick

Presidente di giuria Concorso Public Art Award [contributo video] 

Vito De Filippo

Presidente Giunta Regionale Basilicata

Vito Santarsiero

Sindaco di Potenza

Presidente ANCI Basilicata

Alberto Giordano

Assessore alla Cultura Comune di Matera

Comitato Promotore Matera 2019

Rosaria Vicino

Sindaco di Corleto Perticara

Massimo Dapoto

Responsabile Comunicazione Total E&P Italia S.p.a.

Marianna Nicoletti

Comitato Promotore Fondazione Cresco in Basilicata

 

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica, progetto dell’Associazione Art Factory Basilicata ha l’obiettivo di realizzare sul territorio dell’intera Regione Basilicata il primo progetto di Arte Pubblica a scala regionale in Italia, coinvolgendo artisti nazionali e internazionali nella progettazione di opere ad hoc in video e fotografia, opere che traggano spunto dalla storia, dagli abitanti, dal paesaggio urbano, da tutto il territorio della Basilicata. 

Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica è sostenuto dai Fondi Ministeriali per le Politiche Giovanili della Regione Basilicata, è patrocinato dal Comune di Potenza, dall’ANCI, dal Comune di Corleto Perticara, dal Comune di Calvello, Comune di Forenza, dall’Università degli Studi della Basilicata, è supportato dal Comitato Matera 2019, dalla Sovrintendenza dei Beni Culturali di Matera, dalla Lucana Film Commission, dal Comitato Promotore Fondazione CRESCO in Basilicata, con la partnership di Total E&P Italia S.p.a.

Il LAP, nato nel 2009, ha trasformato la città di Potenza in un inedito spazio espositivo, con le sue 7 postazioni permanenti delle dimensioni di 5x2,5m distribuite nella città secondo un percorso di fruizione urbana, studiato sui flussi di maggior transito.

Il 2013 si caratterizza per due momenti importanti di evoluzione del progetto LAP. Il primo tassello è la scelta di coinvolgere non più solo lo spazio urbano della città di Potenza, ma di estendersi all’intero paesaggio della Basilicata, utilizzando l'urban screen, video proiezioni su palazzi storici della regione con 4 eventi da agosto ad ottobre a Potenza, Matera, Corleto Perticara e Calvello, Forenza e con l’apertura in progress dei nuovi poli espositivi permanenti partendo dai Comuni di Corleto Perticara e Calvello.

Il secondo tassello è il lancio del Public Art Awardsocial network sull'Arte Pubblica, primo concorso internazionale dedicato all’Arte Pubblica, finalizzato a esplorare la regione Basilicata. La Giuria altamente qualificata, formata dal presidente Spencer Tunick, artista di fama internazionale, da Bruno Di Marino, storico dell’immagine in movimento, e da Basak Malone, gallerista di New York, premierà 2 artisti, uno nella sezione video e uno nella sezione fotografia, con un premio in denaro e con l’esposizione all’interno degli spazi del LAP nella Città di Potenza e su monumenti storici dei Comuni della Regione Basilicata, con la tecnica dell’urban screen. 

Il Public Art Award, inoltre, darà l’opportunità a 20 giovani under 35 di partecipare al Corso Superiore di Arti Visive, dal 16 al 22 settembre con i docenti Bruno Di Marino, Bianco e Valente, Emilio Fantin, Anna Detheridge, Mariadelaide Cuozzo. Il Corso Superiore di Arti Visive si avvale del partenariato del DiCEM Dipartimento delle Culture Europee e del Mediterraneo: Architettura, Ambiente, Patrimoni culturali, che garantisce a tutti i corsisti attestati di partecipazione e agli iscritti all'Università della Basilicata crediti formativi. 

La partnership con Total E&P Italia S.p.a. consente nel 2013 l’apertura del secondo polo espositivo del LAP, con installazioni permanenti nel Comune di Corleto Perticara, favorendo così la realizzazione dell’obiettivo di espansione del Progetto sul territorio della Basilicata. 

Contatti

Responsabile Ufficio Stampa

Lorenza Colicigno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 339 3265330